I vicoli del castello

 

Riqualificazione del centro storico / Albugnano (AT) / 2014/2016

 

Il nucleo urbano più antico di Albugnano, connotato da stretti e caratteristici vicoli, si è sviluppato periodo medievale attorno alla rocca fortificata, eretta su una dei colli più alti del Monferrato.

Dell’antico castello, distrutto nel corso del Seicento, non rimangono che poche tracce, ma la sua presenza è ancora percepibile in maniera significativa nella configurazione degli spazi urbani e negli stretti vicoli che caratterizzano il centro storico e concorrono a definirne l’evocativo genius loci.

Tali luoghi erano un tempo il fulcro della vita cittadina, con la presenza del Palazzo municipale e di significativi edifici civici, sulle cui facciate sono ancora leggibili elementi quattro-cinquecenteschi.

Negli ultimi decenni e soprattutto con lo spostamento degli uffici municipali dal vecchio edificio, collocato sulla piazza Municipale, ad un nuovo fabbricato sulla piazza Cavalier Serra, il tessuto edilizio del centro ha smesso di essere animato e frequentato anche dai non residenti.

Tale circostanza ha portato ad un deperimento della parte più antica del nucleo originario, che si presentava prima dell’intervento in uno stato di lieve degrado e di marginalità, nonostante le notevoli potenzialità di attrazione che possiede, derivanti dalla particolarità dei suoi vicoli medievali.

Le finalità dell’intervento attuato sono state pertanto incentrate sulla volontà di riqualificare il cuore del nucleo originario del borgo, non solo rinnovandone la pavimentazione e quindi la gradevolezza dell’ambiente urbano, ma riconnettendo la piazza Municipale con la piazza Cavalier Serra, tramite la riqualificazione della via dei Gelsomini, della via dei Forti e della via Municipale.

In tale modo, la parte antica del borgo è stata riconnessa alle aree urbane dove attualmente si svolgono le attività civiche (Piazza Cavalier Serra), religiose (sagrato sulla via Regina Margherita) e turistiche (spianata del belvedere panoramico).

Si è determinato in tale modo un rinnovato interesse alla visita ed alla frequentazione della vecchia piazza e dei vicoli medievali annessi, alcuni dei quali ancora pavimentati in terra battuta.

Il contestuale inserimento di segnaletica turistica agli ingressi principali al borgo e l’apposizione di una specifica segnaletica riportante i vecchi nomi delle vie, aiuta i turisti a comprendere in maniera compiuta storia e funzioni degli spazi pubblici che hanno connotato lo sviluppo insediativo di Albugnano.

Per l’esecuzione del rinnovo della pavimentazione, è stata privilegiata la necessità di mantenere la medesima tipologia di materiale già adottato per la riqualificazione della via Regina Margherita, strada connessa con l’intervento in oggetto, ovvero blocchetti di cemento antichizzati, di colore simile al Porfido, con posa ad archi contrastati.

Al fine di migliorare la percezione estetica dei vicoli e della piazza, seguendo una tipologia largamente ritrovabile nel territorio circostante, interpretata con materiali differenti a seconda dei luoghi (vedasi i centri storici di Passerano, di Cocconato, Mondonio, Montiglio, Scandeluzza, ecc.) è stata inserita una canalina centrale per la raccolta delle acque piovane in pietra arenaria.

La pietra adottata è propria dei luoghi, seppur caduta in disuso con la chiusura delle cave locali. Tali fasce in pietra sono state poi riprese per il disegno della piazza Municipale, al fine si accentuarne la centralità dello spazio.

 

Albugnano centro storico

 

Albugnano centro storico

 

Albugnano centro storico

 

Albugnano centro storico

 

Albugnano centro storico
Albugnano centro storico

 

Albugnano centro storico
Albugnano centro storico

 

Albugnano centro storico
Albugnano centro storico